Da lunedì 8 marzo fino a domenica 21 marzo le attività didattiche frontali di tutte le sedi dell’Università di Trieste si svolgeranno da remoto.

04 Marzo, 2021

Alla luce dell’ordinanza del Presidente della Regione FVG pubblicata ieri sera, giustificata dal serio peggioramento del quadro epidemiologico, da lunedì 8 marzo fino a domenica 21 marzo le attività didattiche frontali di tutte le sedi dell’Università di Trieste si svolgeranno da remoto.

Continueranno ad essere svolte in presenza attività di ricerca, laboratori didattici, tirocini, attività didattica del terzo livello (dottorati, master e scuole di specializzazione).

In presenza anche la didattica frontale del Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e della Salute, esclusivamente per gli studenti a cui è già stata somministrata la seconda dose di vaccino anti-COVID o guariti dal virus.

Rimarranno aperte anche le aule studio e il servizio biblioteche.

“Anche in questa nuova fase della pandemia, la priorità dell’Università di Trieste è garantire la continuità didattica a tutti gli studenti – sottolinea il Rettore Roberto Di Lenarda – i nostri docenti hanno da subito dimostrato grande impegno nell’ideare e mettere in pratica nuove forme di didattica, con ottimi risultati. A loro, e agli studenti che dimostrano serietà e passione anche nella DAD, va il mio incoraggiamento e ringraziamento. Quando i dati epidemiologici lo consentiranno, aspetto tutti nelle nostre aule”.